Scheda del Corso

Tecniche ortopediche (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro)

  • Classe di Laurea: SNT/3 professioni sanitarie tecniche
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Medicina e Chirurgia
  • Scuola: Scuola di Medicina e Chirurgia
  • Dipartimento: Dipartimento di Sanità Pubblica
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof.Carlo RUOSI
  • Sito Web: m85.corsidistudio.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area Didattica Medicina e Chirurgia
  • Sportello di Orientamento:
    • Referente: Prof. Carlo Ruosi
    • Telefono e Fax 081 746 2862 - 081 746 2887
    • Email caruosi@unina.it
  • Obiettivi specifici:

    I laureati in Tecniche Ortopediche sono dotati di un'adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire loro la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici che si sviluppano in età evolutiva, adulta e geriatrica, sui quali si focalizza il loro intervento diagnostico. Devono inoltre saper utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio d'informazioni generali. Il raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione teorica e pratica che includa anche l'acquisizione di competenze comportamentali e che venga conseguita nel contesto lavorativo specifico, così da garantire, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro. Particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della formazione professionale, riveste l'attività formativa pratica e di tirocinio clinico, svolta con la supervisione e la guida di tutori professionali appositamente assegnati, coordinata da un docente appartenente al più elevato livello formativo previsto per profilo professionale. In particolare, nell'ambito della professione sanitaria del tecnico ortopedico, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della Sanità 14 settembre 1994, n.655 e successive modificazioni e integrazioni; ovvero operano, su prescrizione medica e successivo collaudo, la costruzione e/o adattamento, applicazione e fornitura di protesi, ortesi e di ausili sostitutivi, correttivi e di sostegno dell'apparato locomotore, di natura funzionale ed estetica, di tipo meccanico o che utilizzano energia esterna o energia mista corporea ed esterna, mediante rilevamento diretto sul paziente di misure e modelli. I laureati in tecniche ortopediche, nell'ambito delle loro competenze, addestrano il disabile all'uso delle protesi e delle ortesi applicate; svolgono, in collaborazione con il medico, assistenza tecnica, per la fornitura la sostituzione e la riparazione delle protesi e delle ortesi applicate; collaborano con altre figure professionali al trattamento multidisciplinare previsto nel piano di riabilitazione; sono responsabili dell'organizzazione, pianificazione e qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle loro mansioni; svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero professionale. PERCORSO FORMATIVO 1° ANNO Finalizzato a fornire le fondamentali conoscenze biomediche, i principi generali dell'economia e della bioetica e i principi della disciplina professionale quali requisiti per affrontare la prima esperienza di tirocinio, diretta all'acquisizione delle competenze di base e all'orientamento dello studente agli ambiti professionali di riferimento. 2° ANNO Rivolto all'approfondimento delle conoscenze delle malattie dell'apparato locomotore e le conoscenze fondamentali della medicina fisica e riabilitativa, nonché alla rieducazione motoria. Sono previste più esperienze di tirocinio nei contesti in cui lo studente può sperimentare le conoscenze, le metodologie e le tecniche apprese. 3° ANNO Indirizzato all'approfondimento specialistico con particolare riferimento alla protesiologia ed ortesi dell'apparato locomotore. Saranno approfonditi, altresì, i principi della rieducazione motoria e delle tecniche di costruzione ortopediche, nonché all'acquisizione di conoscenze e metodologie inerenti l'esercizio professionale, la capacità di lavorare in team e in contesti organizzativi complessi, e le metodologie di ricerca scientifica anche a supporto dell' elaborato finale. Si aumenta al 3°anno, la rilevanza assegnata alle esperienze di tirocinio dove lo studente può sperimentare una graduale assunzione di autonomia e responsabilità con la supervisone di esperti. Questa logica curriculare si concretizza anche nella scelta dei crediti assegnati alle esperienze di tirocinio che aumentano gradualmente dal 1°al 3° anno.

  • Il corso di studio in breve:

    E' istituito il Corso di Laurea in Tecniche Ortopediche appartenente alla Classe delle Lauree in Professioni Sanitarie Tecniche (SNT/3), Area Tecnico-Assistenziale. Sono sede di formazione le strutture dell'Azienda di riferimento e le strutture accreditate ai sensi dell'Art.6 della Legge 502/1992.Il laureato nella Classe di Laurea in Tecniche Ortopediche è, ai sensi della legge 10 agosto 2000, n. 251, articolo 3, comma 1, l' operatore della professione sanitaria di tecniche ortopediche che svolge, con autonomia professionale, tutte le attività finalizzate alla ideazione, costruzione, messa in opera di una serie di strutture ortopediche (ortesi, tutori, protesi esterne sia estetiche che funzionali, endoprotesi, artroprotesi etc.) vicarianti o sostituenti una o più funzioni organiche deficitarie o perdute. I laureati in tecniche ortopediche dovranno saper svolgere le loro prestazioni lavorative anche in diretta collaborazione con il personale medico-specialistico di varie specialità mediche e specialmente ortopedia e traumatologia e terapia fisica e riabilitazione preposto alle diverse responsabilità operative di appartenenza; saranno responsabili, nelle strutture di laboratorio ortopedico, del corretto adempimento delle procedure analitiche e del loro operato, nell'ambito delle loro funzioni in applicazione dei protocolli di lavoro definiti dai dirigenti responsabili; verificheranno la corrispondenza delle prestazioni erogate agli indicatori e standard predefiniti dal responsabile della struttura; controlleranno e verificheranno il corretto funzionamento delle apparecchiature utilizzate, provvedendo alla manutenzione ordinaria ed alla eventuale eliminazione di piccoli inconvenienti; dovranno inoltre sviluppare la capacità di applicare, nelle decisioni professionali, anche i principi dell'economia sanitaria e dovranno conoscere almeno una lingua dell'unione europea, oltre l'italiano nell'ambito specifico di competenza, e per lo scambio di informazioni generali.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Possono essere ammessi al Corso di Laurea in Tecniche Ortopediche i candidati che siano in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. I pre-requisiti richiesti allo studente che si vuole iscrivere al corso dovrebbero comprendere buona capacità al contatto umano, buona capacità al lavoro di gruppo, abilità ad analizzare e risolvere i problemi. L'accesso al Corso di Laurea è a numero programmato in base alla legge 264/99 e prevede un esame di ammissione che consiste in una prova con test a scelta multipla. La preparazione iniziale dello studente è valutata tramite la somministrazione di un quiz di ingresso, comune a tutti i CdL di area sanitaria della Facoltà, consistente in domande con risposta a scelta multipla su argomenti di logica e cultura generale, chimica, biologia, fisica-matematica.

  • Orientamento in ingresso:

    Obiettivo dell'orientamento in entrata è ridurre la distanza tra scuola ed università attraverso strumenti che consentano la conoscenza e lo scambio tra studenti, docenti delle scuole superiori e universitari; in tal modo si tenta, dunque, di rendere gli studenti maggiormente consapevoli delle loro scelte e di incidere sulla riduzione della dispersione universitaria. Per consentire il suddetto obiettivo dall'anno Accademico 2015/16, l'Ateneo "Federico II" di Napoli, in collaborazione con la Rivista AteNeapoli e con la Scuola di Medicina, ha previsto e sviluppato uno specifico orientamento in ingresso rivolto alle Scuole della Regione Campania. Nei primi giorni dell' ottobre 2015, 2016, 2017 e nell'aprile 2018 il Coordinatore ed alcuni Docenti dei Corso di Studio hanno incontrato gli Studenti dell'ultimo anno della Scuola Superiore, fornendo informazioni sull'iter formativo del Corso stesso e rispondendo alle domande della platea studentesca. La Scuola di Medicina continua a tutt'oggi ad organizzare incontri con le Scuole della Regione.

  • Prova finale:

    La prova finale del Corso di laurea in Tecniche Ortopediche, alla quale sono stati attribuiti 5 CFU, ha valore di esame di stato abilitante all'esercizio della professione (Dlgs 502/92, art. 6 comma 3) e si compone di: a) una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le abilità teoriche-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale; b) redazione di un elaborato originale (tesi) e sua dissertazione. Cfr D.M. 19 febbraio 2009, art.7. A determinare il voto di laurea, espresso in centodecimi, contribuiscono i seguenti parametri: a) la media dei voti conseguiti negli esami curriculari, nelle attività elettive e nel tirocinio, espressa in centodecimi; b) i punti attribuiti dalla Commissione di Laurea in sede di svolgimento della prova pratica; c) i punti attribuiti dalla Commissione di Laurea in sede di discussione della tesi. La lode può essere attribuita su parere unanime della Commissione.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Bibl. Dip. (Ed.12)
    • Lab. didattico specifico e aula dedicata
    • Divisione di Ortopedia e Traumatologia; Divisione di Riabilitazione; Ambulatorio di Chirurgia della Mano; Ambulatorio di Chirurgia Protesica; Ambulatorio di Artroscopia; Ambulatorio di Scoliosi; Ambulatorio di Ortopedia Infantile
    • Bibl. Centrale: via Pansini, 5 (Ed.20)
    • Aula m/med.: via Pansini, 5 (Ed.20)

Elenco insegnamenti

Orario lezioni

Calendario esami

Calendario sedute di laurea